Tutti i prodotti da Noi commercializzati sono a marchio CE che indica la conformità ai requisiti essenziali di salute e sicurezza.

  • ESTINTORI
    • Estintori portatili di ogni tipo omologati secondo il D.M. 07.01.2005 UNI EN3/7;
      Estintori portatili di ogni tipo approvati MED per la nautica;
      Estintori carrellati omologati D.M. 06.03.1992;

L'estintore è un'apparecchiatura mobile destinata allo spegnimento di fuochi mediante emissione autonoma di prodotti idonei e rappresentano un elemento indispensabile per la sicurezza di qualsiasi edificio o veicolo a motore.
Un estintore perfettamente efficiente se impiegato tempestivamente e correttamente su un principio d'incendio, consente di contenere i danni materiali e tutelare l'incolumità delle persone.
l'estintore può contenere agenti estinguenti diversi, e questi possono avere efficacia su diversi tipi di fuochi. Di conseguenza, vi è una classificazione dei tipi di fuoco, a seconda del tipo di combustibile. Vi sono quindi:

fuochi di classe A

generati da combustibili solidi quali legno, carta, pelli, gomma e derivati, tessili, con l'esclusione dei metalli;
fuochi di classe B

generati da combustibili liquidi, quali idrocarburi, alcol, solventi, oli minerali grassi, eteri, benzine e simili, e da solidi liquefabili;
fuochi di classe C

generati da combustibili gassosi, quali idrogeno, metano, butano, acetilene, propilene;
fuochi di classe D

generati da metalli combustibili quali potassio, sodio e loro leghe, magnesio, zinco, zirconio, titanio e alluminio in polvere. Essi bruciano sulla superficie metallica a temperatura molto elevata, spesso con fiamma brillante
fuochi di classe F

(classe introdotta con la norma EN.2 del 2005) generati da oli e grassi in apparecchi per la cottura;

  • ESTINTORI PORTATILI A POLVERE da Kg. 1-2-3-4-6-9-12
  • ESTINTORI CARRELLATI POLVERE Kg. 30 - 50 -100

La tipologia più diffusa, per la sua universalità d'impiego e l'elevata efficacia, è la cosiddetta polvere polivalente (conosciuta come polvere ABC - in grado di spegnere gli incendi di tutte le classi tranne la D);


  • ESTINTORI PORTATILI A CO2 Kg. 2-5
  • ESTINTORI CARRELLATI A CO2 Kg. 18-27-54

Utilizzati efficacemente su apparecchiature elettriche in tensione e su fuochi di classe B e C. L'estintore, emanando anidride carbonica liquida (subito trasformata dal contatto con l'atmosfera in "neve carbonica"), provoca il brusco abbassamento di temperatura (-78 °C) e la forte sottrazione di ossigeno permette di abbattere le fiamme con rapidità senza lasciare residui.
Fortemente controindicati su fuochi di classe D per rischio esplosioni o reazioni violente e su apparecchiature che risentano dello shock termico.


  • ESTINTORI PORTATILI IDRICI/SCHIUMA Kg. 3-6-9

Contengono una soluzione acquosa di prodotti schiumogeni denominati AFFF; uniscono il potere raffreddante dell'acqua alle capacità soffocanti della schiuma.
Hanno impiego principale sui fuochi di idrocarburi (classe B), di tessili, carta e legno (classe A), unendo l'attività raffreddante dell'acqua a quella isolante del film.
Inefficaci su fuochi di classe C, sono fortemente controindicati su quelli di classe D per sviluppo di gas infiammabili o tossici.


  • MATERIALE POMPIERISTICO
    • Cassette per estintori;
    • Cassette per idranti;
    • Idranti, manichette, naspi, lance antincendio;
    • Armadi e dispositivi di protezione individuale;
    • Coperta antifiamma.

  • PORTE TAGLIAFUOCO
    • Porte tagliafuoco REI 30 - 60 -120
      • con 1 anta oppure1 anta con oblò
      • con 2 ante oppure 2 ante con oblò

Una porta tagliafuoco è una porta che, considerata la sua elevata resistenza al fuoco, ha la possibilità di isolare le fiamme in caso di incendio. Viene dunque usata come parte di un sistema di protezione passiva, per ridurre la diffusione di fiamme o di fumo tra compartimenti e per assicurare un'uscita sicura da un edificio/struttura.
L'obbiettivo di una porta tagliafuoco è di rallentare la propagazione del fuoco da un comparto ad un altro per un limitato periodo di tempo(30-60-120 minuti), durante il quale gli occupanti devono uscire dall'edificio e/o meccanismi antincendio automatici o manuali devono essere attivi per limitare la diffusione delle fiamme.
Porte tagliafuoco conformi alla norma UNI 9723


  • MANIGLIONI ANTIPANICO
    • Maniglioni antipanico certificati CE a norma UNI EN 1125